Luca Lavuri, pianista,

nasce nel 1991. Si diploma con il massimo dei voti nel 2012 in pianoforte presso il conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano.

Prosegue i suoi studi nella città di Vienna, conseguendo nel 2015 il Master di pianoforte presso l’università Musik und Kunst concludendo con la tesi sui Due notturni crudeli per pianoforte di Salvatore Sciarrino.

Nel 2019 consegue il Postgraduate di musica da camera con il maestro Luca Monti in duo con la violinista Bhoiravi Achenbach sempre presso il Musik und Kunst, sul tema musica italiana del 20esimo secolo, realizzando la prima austriaca della sonata di Giulia Recli.

Nel 2020 conclude il Master di musica contemporanea presso la prestigiosa Universität für Musik und Darstellende Kunst di Vienna, sotto la guida di Jean Bernard Matter e Mathilde Hoursiangou, con la tesi di Master “Il gesto che conta” dedicata alla musica per pianoforte di Francesco Filidei.

Importante nella sua formazione anche il master di musica contemporanea PPCM presso la Kunstuniversität di Graz, in collaborazione con la rinomata ensemble Klangforum Wien.

Ha suonato per importanti manifestazioni e festival, in Europa, Cina e America del sud, lavorando al fianco di personalità di spicco nell’ambito musicale come Thomas Hampson, Dennis Russel Davies, Leon Botstein, Elisabeth Kulman und Neeme Järvi.

Vincitore del primo premio al concorso “Città di Treviso” nella categoria musica contemporanea (2011) da solista, conseguendo il risultato più alto nella sua categoria (2011 e 2015).

Brillante studente del proprio Conservatorio, ha vinto diversi premi nella propria istituzione, fra cui il premio Forziati (2007), il secondo posto al Premio Lina Bodini (2011) e il primo posto ex-aequo al Premio Rancati (2011) in musica da camera, in duo con il flautista Giorgio Consolati.
Ha partecipato a numerose Masterclass con rinomati pianisti come Badura Skoda, Giuseppe Andaloro, Nicolas Hodges e Henri Sigfridsson.

Si dedica anche alla didattica, sia privatamente che in diverse istituzioni. Nel 2019 ha lavorato presso la Musikschule Tulln e da ottobre 2019 è sotto contratto presso l’Universität für Musik und Darstellende Kunst Wien.